Archivio mensile dicembre 2018

I nostri più sentiti auguri per un magnifico Anno Nuovo!

I nostri più sentiti auguri per un magnifico Anno Nuovo!

12ma giornata | Bomber Orabona firma l’ultimo successo del 2018: Real San Felice – Sporting Audax San Severino 1-2

La squadra del presidente Luigi Abate chiude il 2018 con un nuovo successo (il settimo di fila) e da seconda in classifica (anche se fra qualche settimana la storia potrebbe dire cose diverse…) del girone E della Prima Categoria della Campania. Sul difficile campo del Real San Felice di Montoro Inferiore lo Sporting Audax San Severino mette a segno l’ennesimo colpaccio e si tiene nei quartieri alti della classifica. Per i ragazzi di Esposito però non è stata una gara facile. Il campo in terra battuta ha sicuramente condizionato la prova della squadra, condita anche dalla consapevolezza delle rispettive posizioni di classifica. Un errore di valutazione, perché l’undici di mister Arnone è scesa in campo concentrata e combattiva, intenzionata a rendere dura la vita a Orabona e soci. E così è stato.

In avvio di gara il Real San Felice si presente subito dalle parti di Cuccurullo: al 4’ Jallow mette Lanzara in condizione di tirare a botta sicura ma l’estremo difensore ospite fa buona guardia.

Lo Sporting Audax San Severino, dal canto suo, comincia a macinare gioco ed al 7’ Sica lancia Altimari sulla sinistra, il 7 sanseverinese entra in area, salta un avversario ma non imprime giusta forza alla sfera che è preda di De Sio.

Passa appena un minuto e lo Sporting va in vantaggio. Rodia ispira Caldarelli che scappa sull’out destro palla al piede. Una volta giunto sulla linea di fondo pennella per l’accorrente De Angelis che sul primo palo manda fuori causa il direttore marcatore di tacco, servendo una palla d’oro ad Orabona che al centro dell’area piccola fulmina De Sio. La squadra di Esposito cerca di gestire la partita ma il San Felice non vuole subire e cerca in qualche maniera di avvicinarsi dalle parti dell’area sanseverinese. C’è però la premiata ditta Lioi-Cilento che con un po’ di mestiere, e qualche volta con il fuorigioco, neutralizzano il combattente Lanzara.

Al 39’ lo Sporting potrebbe anche raddoppiare, con Ragosta che dalla sinistra invita Orabona ma De Sio, stavolta aiutato dall’istinto, devia quanto basta perchè il tiro del bomber finisca fuori di un nonnulla.

Al 43’ il Real San Felice riesce ad avvicinarsi alla porta avversaria, con Lauro che imbecca De Piano ma il tiro è preda di Cuccurullo. Si va così al riposo.

L’avvio di ripresa è choc, con il San Felice che trova il pari a sorpresa: al 2’ su di un lancio verso destra Ragosta sbaglia l’intervento mettendo Lanzara di trovarsi tutto solo nei pressi del vertice dell’area di rigore. Il numero 9 di casa non ci pensa due volte e spara verso la porta: il tiro è a parabola e s’infila nel sette opposto, imprendibile per Cuccurullo. Davvero un gran gol.

Lo Sporting cerca di reagire, passano i minuti, ma il San Felice si chiude nella propria metà campo. Esposito manda in campo Gagliardi, Mercogliano e Minella per dare una svolta alla partita ma davanti all’area di De Sio c’è troppo traffico e trovare uno spazio dove inserirsi è davvero difficile.

Al 37’ arriva l’episodio chiave. Da un calcio d’angolo un difensore del San Felice intercetta il pallone nettamente in area con la mano e l’arbitro, posizionato molto bene, non ha neanche un’esitazione e indica il penalty. Sul dischetto si presenta bomber Orabona che con un tiro da brividi piazza il pallone sotto la pancia di De Sio, firmando così la doppietta personale ed il successo dello Sporting. A nulla vangono i tentativi del San Felice che fino a quel momento aveva creduto di poter incassare almeno un punto. L’ultimo spunto è comunque della formazione di casa, con una punizione di Lauro che non punge. Il fischio di chiusura di Masucci di Napoli mette fine alle ostilità.

Per il San Felice la classifica si fa sempre più drammatica, per lo Sporting il cammino prosegue, anche in attesa che la giustizia sportiva faccia il suo dovere sul ricorso sullo 0-3 con il Domicella e restituisca in tre punti guadagnati sul campo. Nel frattempo il presidente Abate, mister Esposito ed i suoi ragazzi si godono le feste in attesa della ripresa del campionato.

 

Real San Felice – Sporting Audax San Severino 1-2

Real San Felice: De Sio, De Stefano M., Lauro (Coulibaly dal 43’ s.t.), Russo, Parrella, Toma, De Piano (Ragosa dal 35’s.t.), Avagliano, Lanzara, Jallow, De Stefano L. (Camara dal 6’s.t.). A disp.: Izzo G., D’Auria, Faggiano, Della Mura, Izzo A., Traore. All.: Arnone

Sporting Audax San Severino: Cuccurullo, Caldarelli, Ragosta (Bracciante dal 47’ s.t.), Rodia (Gagliardi dal 20’s.t.), Lioi, Cilento, Altimari (Minella dal 30’s.t.), Abate, Sica, Orabona (Bevilacqua dal 41’s.t.), De Angelis (Mercogliano dal 9’ s.t.). A disp.: Della Spada, Nigro, Pierri, Grassadonia. All.: Esposito

Arbitro: Masucci di Napoli

Marcatori: Orabona (S.A.) al 9’ p.t.; Lanzara (R.S.) al 2’ s.t.; Orabona (S.A.) su rig. al 37’ s.t.

Note: campo in sufficiente condizioni, temperatura rigida. Spettatori 50 circa. Ammoniti: De Sio, De Piano, De Stefano L., Toma, Lioi, Cilento.

 

22 dicembre 2018

 

11ma giornata | Gara senza storia al “Superga”: Sporting Audax San Severino – S. Vincenzo Unitis 5-1

Le migliori risposte si danno sempre sul campo e vale anche per lo Sporting Audax San Severino. Ed infatti la squadra del presidente Luigi Abate ha voluto scrollarsi di dosso con una rotonda vittoria un fine settimana fatto di alti e bassi, prima con il successo di mercoledì in Coppa Campania a Palomonte e poi lo 0-3 comminato dal giudice sportivo per la gara con il Domicella (per la quale la società ha già predisposto ricorso avverso).

All’inizio, però, ha inciso un po’ la tensione sulla prova dei ragazzi di Gianni Esposito che hanno avuto qualche difficoltà prima di carburare. Infatti qualche errore di troppo ha permesso al S. Vincenzo Unitis di portarsi anche in vantaggio con Granato al 14’, sfruttando una dormita dell’intera difesa di casa. Per la verità lo Sporting poteva passare già dopo appena quattro minuti di gioco con Orabona, dopo una bella giocata di Mercogliano sulla destra, se non fosse che sulla linea a portiere battuto Cirillo spazza appena in tempo.

Con il gol subito Esposito perde dopo appena 22’ di gioco anche Minella, quasi a presagire un pomeriggio nero. Invece i suoi ragazzi si mettono di buona lena per trovare almeno il pari. Al 27’ Orabona ci prova ma la sfera si perde di poco a lato. Al 33’ arriva la rete del pareggio, grazie ad un’azione caparbia di Valerio Sica che dalla sinistra semina devastante scompiglio tra gli avversari e serve al bacio per Gagliardi che in sfrutta al meglio l’occasione. Il pari rimette a posto le cose e la squadra di casa controlla le operazioni fino alla fine della frazione.

Nella ripresa lo Sporting Audax San Severino entra in campo più convinta dei propri mezzi e della necessità di chiudere il match. Già dopo quattro minuti Abate sulla sinistra manda Ragosta verso l’out per il traversone in area. Per Orabona è un gioco da ragazzi ficcarla dentro di testa per il 2-1. Gli uomini di Esposito sono ormai padroni del campo, il S. Vincenzo Unitis è costantemente chiuso nella sua metà campo e cerca in qualche occasione di sfruttare il contropiede per sferrare la zampata vincente ma i difensori di casa fanno buona guardia. Al 52’ su calcio d’angolo arriva il 3-1 con Ragosta che scodella in mezzo e Lioi che sfoggia la sua specialità quando s’incunea in area avversaria: il colpo di testa. Stavolta lo Sporting non fa l’errore di accontentarsi e spinge ancora. Al 55’ Gagliardi ci prova ancora ma il pallone sfiora l’incrocio dei pali. Al 61’ Orabona firma il 4-1 e la doppietta personale. Su di un capovolgimento di fronte Rodia lancia il bomber che prima salta il portiere avversario in uscita quasi a centrocampo e poi fredda anche Pastore che, pur recuperando la posizione, cincischia troppo nel controllo della sfera e consente ad Orabona di rapinare palla per piazzarla nell’angolino.

Il S. Vincenzo Unitis ormai non c’è più, i ragazzi di Troianiello alzano i remi in barca sperando che la gara finisca presto. Gli uomini di Esposito, invece, continuano a macinare chilometri. Al 70’ la punizione di Mercogliano mette ancora paura a Ingenito tra i pali ma la mira è sbagliata di pochissimo. Al 28’ Orabona cerca il tris ma il palo dice di no: la sfera prima batte sul legno e poi finisce tra le braccia del portiere avversario. All’81’ sarà Tabatabie a firmare la cinquina: il giovane attaccante di origini persiane prima si guadagna un penalty facendosi mettere giù da un avversario e poi si presenta sul dischetto. Il suo tiro sarà perfetto nell’angolo più lontano. Il resto della gara non regala più emozioni, la resa degli avversari senza condizioni è evidente e pure i tre minuti di recupero concessi forfettariamente dall’arbitro per le sostituzioni effettuate appaiono come un’eternità. Il triplice regala l’ennesimo risultato positivo allo Sporting Audax San Severino che ora attende che anche la giustizia sportiva le restituisca il dovuto. “Guadagnato tutto sul campo, alla faccia di chi non sa fare altro che gufare!” sostengono i rumorosi sostenitori della compagine di Gianni Esposito.

 

Sporting Audax San Severino – S. Vincenzo Unitis   5-1

Sporting Audax San Severino: Della Spada, Caldarelli, Ragosta (Grassadonia), Rodia (Altimari), Lioi, Cilento, Mercogliano (De Luca), Abate, Orabona (Tabatabie), Minella (Gagliardi), Sica. A disp.: Cuccurullo, Bracciante, Pierri, Bevilacqua.

S. Vincenzo Unitis: Ingenito, Cipriano (Carraturo), Pastore (Aprea A.), Panariello G., Cirillo, Ferrara, Scarlato (Donnarumma), D’Avino, Granato (Coppola), Persico (Cimmino), Longobardi. A disp.: Panariello M., Aprea C., Carotenuto, Sessa. All.: Troianiello.

Arbitro: Vesce di Benevento

Marcatori: Granato (SVU) al 14’, Gagliardi (SA) al 33’, Orabona (SA) al 49’, Lioi (SA) al 52’, Orabona al 61’, Tabatabie (SA) su rig. al 81’.

Note: Terreno di perfette condizioni, temperatura gelida. Spettatori: circa 100. Ammoniti: Persico, Coppola, Rodia, Mercogliano, Grassadonia.

 

15 dicembre 2018

Giudice sportivo, 0-3 con il Domicella: il club del presidente Abate preannuncia ricorso

In riferimento alla decisione del giudice sportivo, riportata dal comunicato ufficiale della LND Campania n.64 del 13 dicembre 2018, di comminare lo 0-3 alla nostra società sportiva (comprese le relative squalifiche dei giocatori Nigro e Saulle per un turno e per il dirigente Luigi Abate fino al 17 gennaio 2019) per la gara Sporting Audax San Severino – Domicella 4-0 del 17 novembre c.a. per la quale il club ospite ha presentato reclamo per la presunta violazione dell’art. 17 comma 5 del CGS, ovvero per aver schierato in lista atleti su cui era incombente ancora un periodo di squalifica, lo Sporting Audax San Severino preannuncia ricorso avverso a tale decisione in quanto pronta a produrre tutta la documentazione necessaria a dimostrare che non vi è stato nessun atto non conforme alle norme, riponendo piena fiducia nella giustizia sportiva che saprà sicuramente riconoscere le ragioni della società di San Severino.

13 dicembre 2018

10ma giornata | Colpo grosso a Cava de’ Tirreni: Valle Metelliana – Sporting Audax San Severino 0-3

Indubbiamente una bella partita quella di sabato scorso, disputata da due squadre che hanno giocato a calcio, maschio ma mai scorretto o violento. A prevalere è stata l’organizzazione di gioco e la grande prestazione dei singoli, un cocktail micidiale per il Valle Metelliana che non può recriminare nulla se non il fatto di aver incontrato un’avversaria nettamente più forte che, al netto dei tre legni colpiti, avrebbe potuto anche arrotondare ulteriormente il già netto risultato. La compagine del presidente Luigi Abate ha dimostrato di essere una vera squadra, fatta di forti personalità cucite dal gioco impresso da Gianni Esposito. E dagli spalti il gioco dello Sporting Audax San Severino si vede in tutta la sua efficacia e stavolta, francamente, individuare il più bravo in campo si rivela impresa impossibile. Un avvertimento per chi ambisce ai quartieri alti della classifica dove per i giochi promozione bisognerà tenere conto per forza della compagine sanseverinese.

La prima parte del match è di studio reciproco anche se mentre Acanfora chiama ad un intervento senza patemi Della Spada, dall’altra parte Minella presenta il suo biglietto da visita ai padroni di casa colpendo la traversa. Il numero 10 dello Sporting al 23’ fraseggia con Orabona che spedisce di poco alto. Al 28’ un calcio di punizione di Minella costringe De Marinis a riparare in angolo con un tuffo. Passano 37 minuti di gioco e lo Sporting centra un altro legno, stavolta è Abate che in fuga sull’out destro si esibisce in un tiro-cross che sorprende De Marinis e si stampa sul palo.

E’ il prologo al vantaggio della squadra di Gianni Esposito. Al 38’ l’imprendibile Ragosta scappa sulla sinistra e mette al centro dell’area dove Orabona stoppa di petto e con una mezza giravolta piazza con violenza la palla sotto la traversa, sorprendendo in velocità il diretto marcatore e l’incolpevole De Marinis: è il 0-1. La prima frazione si chiude con il vantaggio degli ospiti.

Nella ripresa lo Sporting Audax San Severino prende praticamente il comando delle operazioni e mette sotto il Valle Metelliana a partire dal gioco. I cavesi non riescono più a fermare le folate degli avversari che arrivano dappertutto. Già dal 3’ della ripresa ancora Orabona in area si esibisce in una spettacolare rovesciata che si stampa sulla traversa. Dopo quattro minuti è Minella con un tiro da fuori ad impegnare De Marinis a terra. Altri due minuti e Orabona per poco non fa bis: il suo colpo di testa sfiora il palo. Il Valle Metelliana cerca di reagire ed al 18’ Aiello si porta il pallone in fuga, la sfera è trasportata anche dal vento e questo consente prima a Della Spada di uscire e chiudere lo specchio della porta all’avversario e poi a Cilento di disimpegnare ed evitare guai. Al 26’ la svolta della gara: Mercogliano, subentrato dopo pochi minuti dall’inizio del secondo tempo ad Altimari, si aggiusta palla al limite dell’area e fa partire di sinistro un missile che s’insacca all’incrocio dei pali. Un eurogol spettacolare sul quale anche il tuffo di De Marinis appare elegante ma non sufficientemente efficace per fermare l’urlo di gioia di tutto lo Sporting, panchina compresa.

Per il Valle Metellina è un colpo che taglia le gambe e la squadra di Esposito prende praticamente il controllo totale del campo e sfiora più volte la marcatura. L’unico sussulto per i padroni di casa arriva al 39’ con l’iniziativa di Acanfora che non regala i frutti sperati. Arriva, invece, il terzo gol dello Sporting al 43’ con Gagliardi (subentrato ad Orabona). Mercogliano salta il diretto avversario sulla linea di fondo ed entra in area, palla all’indietro per il folletto che al volo insacca nell’angolino. Il taccuino del cronista registra solo in pieno recupero una conclusione di Mercogliano che sfiora il poker mandando fuori a pochi centimetri dal palo alla destra di De Marinis.

Il triplice di De Rosa di Ercolano, arbitro attento e di personalità, decreta il rotondo successo dello Sporting Audax San Severino che si gode il momentaneo primo posto del girone E in attesa di provvedimenti riguardo a cose avvenute, o meglio, non avvenute su altri campi.

 

 

Valle Metelliana  –  Sporting Audax San Severino    0-3

Valle Metelliana: De Marinis, Romano, Ferrara, Cuomo, ruocco, Monetta, De Biase (Russo dal 12’ st), Savino, Acanfora (Lamberti dal 40’ st), Risi (Bisogno dal 40’ st), Aiello (Schiavone dal 41’ st). All. Milite

Sporting Audax San Severino: Della Spada, Caldarelli, Ragosta, De Pascale, Lioi, Cilento (Bevilacqua dal 41’ st), Altimari (Mercogliano dal 12’ st), Abate, Orabona (Bracciante dal 40’ st), Minella (Gagliardi dal 24’ St), sica (De Luca dal 41’ st). All. Esposito.

Arbitro: De Rosa di Ercolano

Marcatori: Orabona al 38’ pt, Mercogliano al 26’ st, Gagliardi al 43’ st.

Note: Terreno di gioco in buone condizioni, temperatura rigida. Spettatori: circa 100, Ammoniti: Ruocco, Savino, de Biase, Altimari.

 

8 dicembre 2018

Recupero 8a giornata | Un successo che vale il secondo posto: Valentino Mazzola – Sporting Audax San Severino 2-4

Gara senza storia quella a Casignano tra Valentino Mazzola e la compagine ospite, e che ha visto prevalere nettamente la squadra di San Severino. Troppo forte l’undici del presidente Luigi Abate che, nel recupero della 8a giornata d’andata (sospesa e rinviata domenica 25 novembre scorso) del campionato del girone E di Prima Categoria, si presenta in campo anche con Diego Minella, appena giunto in casa Sporting ad impreziosire ancor di più il già valido roster a disposizione di Gianni Esposito.

Fina dalle prime battute lo Sporting Audax San Severino ha messo in chiaro le sue intenzioni: quelle di centrare un importantissimo successo in funzione classifica. E così è stato.

Già dalla prima palla Orabona e soci si sono riversati nella metà campo avversaria, con la squadra di Turco in balia degli eventi. Nel giro di pochi minuti l’imprecisione salva almeno in tre circostanze la porta difesa da Gargano. Il resto lo fa il direttore di gara che non se la sente di assegnare un penalty per un nettissimo fallo di mano in area degno del migliore volley.

Ci pensa comunque Altimari al 6’ ad aprire le marcature, lesto e bravo a sfruttare un rimpallo sul tiro di Minella, ed a siglare lo 0-1. Il Valentino Mazzola fa quel che può: Curci ci prova dalla distanza al 11’ ma il suo tiro non è forte e Della Spada abbranca la sfera senza problemi.

Il predominio dei neri di Esposito si concretizza al 31’ quando Orabona, con grande caparbietà, sfugge al controllo del diretto avversario e con una sgroppata delle sue fugge verso l’area e trafigge il portiere avversario mirando proprio nell’angolino destro: è il 0-2. E’ il giusto premio alle trame dello Sporting Auidax San Severino, già rodate ed esaltate anche dall’ultimo arrivato Diego Minella, schierato da mister Esposito dal primo minuto, che con la sua esperienza e sua la bravura si è subito posto al servizio dei compagni. Tutto questo ha lasciato poco spazio all’iniziativa della compagine di casa.

Il predominio Sporting si traduce in un nuovo gol: passano otto giri di lancette ed ancora Orabona, con un’azione fotocopia della sua marcatura, vola verso la porta avversaria ed appena entrato in area scaglia il suo tiro. L’estremo Gargano intercetta ma non trattiene e sulla sfera si avventa Caldarelli che non perdona e porta l’undici di San Severino sul 0-3.

A questo punto la squadra di Esposito molla un po’ e fa male perché da un’azione caparbia del Valentino Mazzola scaturisce la marcatura verso la fine della prima frazione: fallo di Abate su Curci appena entrato in area e l’arbitro assegna il penalty. Dal dischetto Alessandro Romeo non sbaglia ed accorcia le distanze.

Nella ripresa mister Esposito esorta i suoi a riprendere la concentrazione e stavolta è Minella a ritagliarsi un po’ di luce da protagonista. Al 56’ il suo pressing su di un avversario porta i frutti desiderati e permette al “10” di Esposito di presentarsi tu a tu con il portiere avversario. A Minella basta una finta per mettere a sedere Gargano e porre così la firma personale al match per l’1-4.

Fatto salvo un tiro di Melillo che finisce fuori di poco al 77’, il resto della partita vede lo Sporting Audax controllare ed il Valentino Mazzola a tentare qualche sortita, mossa più dall’orgoglio che dalle possibilità concrete, frutto anche della stanchezza che sta prendendo il sopravvento.

Il sussulto però arriva allo scadere del tempo regolamentare quando ancora Alessandro Romeo s’inventa una bellissima ed imprendibile parabola da fuori area che supera Cuccurullo (subentrato a Della Spada) per il 2-4. I minuti di recupero, tre per la precisione, trascorrono senza ulteriori patemi.

Al triplice del giovane Messina di Castellammare lo Sporting Audax San Severino si regala il secondo posto in classifica. Ma il prossimo turno propone già una nuova sfida per i quartieri alti del girone E: si va in casa del forte Valle Metelliana.

 

Valentino Mazzola  –  Sporting Audax San Severino    2-4

Valentino Mazzola: Gargano, Di Giacomo (dal 13’ st Melillo), Granata, Vitale (dal 22’ st Pastore), Scannapieco C., Falcone, Turco (dal 6’ st Minutolo), Scannapieco M., Romeo M. (dal 15’ st Carbone), Romeo A., Curci.

A disp: Fasano. All.: Turco

Sporting Audax San Severino: Della Spada (dal 20’ st Cuccurullo), Caldarelli, Cilento (dal 11’ st Pierri), De Pascale, Lioi, Nigro, Altimari (dal 15’ st Gagliardi), Abate, Orabona (dal 31’ st De Luca), Minella (dal 35’ st Tabatabie), Ragosta.

A disp.: Saulle, Bracciante, De Angelis, Bevilacqua. All. Esposito

Arbitro: Messina di Castellammare di Stabia

Marcatori: al 6’ Altimari (S), al 31’ Orabona (S), al 39’ Caldarelli (S), al 44’ Romeo A. (VM) su rig.; al 56’ Minella (S), al 90’ Romeo A. (VM).

Note: Temperatura rigida, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 100 circa. Ammoniti: Abate e Di Giacomo.

 

5 dicembre 2018

 

 

Calciomercato, lo Sporting Audax San Severino cala il tris: presi Minella, Mercogliano e Bracciante

Lo Sporting Audax San Severino, nell’ambito delle azioni di rafforzamento della rosa a disposizione del tecnico Gianni Esposito, annuncia ufficialmente il tesseramento per la stagione in corso dei seguenti atleti:
– Diego Minella, attaccante dal Giffoni Sei Casali (Promozione);
– Luca Mercogliano, centrocampista dal Picciola (Promozione);
– Alessandro Bracciante, centrocampista dal Baronissi.

I suddetti calciatori sono già a disposizione del tecnico e sono utilizzabili già dal recupero di dopodomani contro il Valentino Mazzola.

 

3 dicembre 2018

9a giornata | Missione compiuta: Sporting Audax San Severino – Victoria Marra 3-1

Si gode l’ennesimo successo lo Sporting Audax San Severino che  ha battuto tra le mura amiche il Victoria Marra, tenendosi così nella scia delle prime. al “Super” di mercato San Severino l’undici di Gianni Esposito ha centrato una vittoria importante, che tiene la compagine del presidente Abate a ridosso della zona playoff. Un 3-1 facile quello di Orabona e compagni, anche se il Victoria Marra non è stato a guardare ed ha cercato di contenere il gioco dello Sporting.

Prima della gara è stato consegnato un mazzo di fiori ad un dirigente della Sanseverinese per ricordare il giovane Andrea Sigismondi, 17enne promessa del calcio, perito a seguito di un incidente stradale.

Subito dopo spazio alla gara. Lo spartito è stato quello di sempre: i ragazzi di Esposito nella metà campo altrui e gli avversari ben coperti. Solo così si spiega il vantaggio centrato solo all’inizio del secondo tempo, quando ormai stanco il Victoria Marra si è consegnato ai padroni di casa. Al 51′ Orabona finalizza di testa una giocata sull’asse destra tra Gagliardi e Caldarelli mentre il secondo gol è stato opera di Altimari che al 79′ concretizza un penalty assegnato per netto fallo in area su Orabona. Neanche il tempo di festeggiare che la disattenzione è dietro l’angolo: all’84’ Manzi approfitta della totale amnesia del reparto difensivo di casa e beffa Della Spada. La partita sembrava riaperta la ma all’88’ una bella azione De Pascale – Abate – Altimari – Abate metteva il n.4 dello Sporting tutto solo davanti alla porta di Battipaglia che veniva messo out: è il 3-1. Per il resto è solo controllo finale della gara.

Per lo Sporting Audax San Severino una vittoria importante in funzione della classifica, anche in virtù del recupero della gara di dopodomani contro il Valentino Mazzola. Un successo anche per festeggiare nel migliore dei modi il compleanno del presidente Luigi Abate ma anche il fiocco rosa in casa Cuccurullo. Infatti il portiere della società di San Severino in settimana è diventato papà della piccola Teresanna.

 

Sporting Audax San Severino  –  Victoria Marra    3-1

Sporting Audax San Severino: Della Spada, Caldarelli, Saulle (dal 31’st Pierri), Cilento, Lioi, De Pascale, Abate, Sica V., Gagliardi (dal 20’ st Nigro), Orabona (dal 22’ st De Luca), De Angelis (dal 11’ st Altimari). A disp.: Cuccurullo, Tabatabie, Sica GM., Bevilacqua, Ragosta. All. Esposito.

Victoria Marra: Battipaglia, Sacco, Saldamarco (dal 15’ st Notarangelo), Vitiello, Casillo, Palladino, Cascata, Di Martino (dal 35’ st Marra), Manzi, Collaro (dal 1’ st Victor), Damascato (dal 1’ st Catapano). A disp.: Dente, Sicignano, Langella, Amendola, Novi. All. Aquino.

Arbitro: Tortoriello di Nocera Inferiore

Marcatori: Orabona (S) al 51’, Altimani (S) su rig. al 79’, Manzi (VM) al 85’ Manzi, al 88’ Abate (S).

Note: terreno in perfette condizioni, temperatura rigida. Spettatori 500 circa. Ammoniti: Saulle, Abate, Sica, Cascata, Sacco, Battaglia e Casillo. Prima della gara è stato donato un mazzo di fiori ad un dirigente della Sanseverinese per ricordare il giovane 17enne Davide Sigismondi, perito a seguito di un incidente stradale. In campo le due squadre si sono fermate per un minuto in onore del giovane calciatore scomparso prematuramente.

 

1 dicembre 2018