2a giornata | Sporting Audax San Severino – Lavorate Calcio 5-0

2a giornata | Sporting Audax San Severino – Lavorate Calcio 5-0

Torna al successo lo Sporting Audax San Severino e lo fa in maniera roboante, surclassando il Lavorate. Dopo l’esordio negativo in campionato contro l’Atletico Faiano, la squadra del presidente Luigi Abate era alla ricerca di un pronto riscatto e di risposte, tenuto anche conto dei numerosi assenti (ben otto) tra squalificati, infortunati ed indisponibili. E la risposta è arrivata anche se parzialmente soddisfacente. Nonostante l’evidente superiorità tecnica i ragazzi di Gianni Esposito si sono fatti coinvolgere dalle continue provocazioni degli avversari che hanno intuito la presunta fragilità emotiva degli avversari. E così, prima di vedere all’opera il vero Sporting è dovuto passare ben un tempo dove il fallo sistematico ed il parapiglia hanno preso il sopravvento sul gioco. Basta considerare che nelle file avversarie sono stati ben sette i giocatori finiti sul taccuino del direttore di gara, anche se con colpevole ritardo: sei ammoniti ed un espulso. Lo Sporting Audax San Severino ha incassato, dal canto suo, un rotondo successo davanti al pubblico amico e questa basta per ripagare in parte una prestazione fatta di alti e bassi.

Nonostante un inizio dove di calcio giocato se n’è visto ben poco la compagine di casa poteva passare già all’11’ quando Altimari, ben trovato in piena area e davanti alla porta sguarnita, non è riuscito a piazzare la zampata vincente.

Il Lavorate ha cercato di portarsi dalle parti dell’area di Della Spada verso il 16′ con una punizione di Squillante che è finita alta di poco.

Al 17′ l’episodio chiave che ha cambiato le sorti della gara: Valerio Sica, lanciato in area, è chiuso a sandwich da due avversari e l’arbitro, senza un secondo d’esitazione, assegna il penalty. Dal dischetto Orabona non falliva nonostante l’intuito del portiere ospite.

A quel punto la gara si è incanalata verso il controllo dello Sporting ed il Lavorate che ha cercato di trovare lo spunto giusto. Ma è la squadra di casa, a pochi minuti della fine della prima frazione, a sfiorare la rete con una bella iniziativa di Abate che scappa sulla fascia sinistra al controllo del diretto avversario per scoldellare in mezzo appena giunto sulla linea di fondo, peccato che nessuno dei suoi compagni lo segua adeguatamente.

Si va al riposo e negli spogliatoi arriva il richiamo di mister Esposito che invita i suoi a cambiare spartito. E così è.

Al pronti, partenza, via della ripresa lo Sporting potrebbe già raddoppiare con Tabatabie che, imbeccato da destra da Caldarelli, praticamente a porta vuota fallisce il tapin clamorosamente!

Il Lavorate reagisce con l’iniziativa di Aufiero che impegna Della Spada a terra.

Al 54′ altra clamorosa occasione fallita dalla squadra di casa: Altimari, lanciato verso la porta sul filo del fuorigioco, si trova tutto solo davanti al portiere avversario ma insiste troppo nella ricerca del colpo ad effetto e perde l’attimo propizio. Nel frattempo arriva anche Orabona che riceve la sfera ma incredibilmente la spedisce fuori a porta praticamente vuota.

Il Lavorate cerca come può di contenere l’evidente e crescente predominio dei padroni di casa e la mette sul fisico ma alla fine paga dazio: al 57′ l’arbitro esibisce il cartellino rosso a Savino all’ennesimo intervento rude sugli avversari.

A questo punto lo Sporting sfrutta ancora di più gli spazi ed a beneficiarne è Gagliardi, subentrato a Tabatabie, che al 65′ si esibisce nel suo show preferito: semina un bel po’ di avversari in slalom, alla sua maniera, e firma il raddoppio.

La squadra di Sarno non sa come fermare lo Sporting e nel giro di tre minuti arriva il poker: al 29′ ed al 32′ Orabona si esibisce nel suo repertorio di bomber prima di lasciare il campo tra gli applausi per la sua prima tripletta in campionato, sostituito da De Luca.

E proprio De Luca si ritaglia il suo spazio praticamente da subito grazie a Caldarelli che, con una delle sue classiche percussioni dalla destra, all’81’ invita De Luca alla conclusione vincente. E’ il 5-0.

Quello che verrà dopo sarà solo controllo del gioco e voglia di non infierire sull’avversario, ormai mortificato dal risultato. Per la squadra di Giovanni Esposito un ottimo risultato per rimettere a posto la classifica e guardare al futuro con maggiore fiducia.

 

SPORTING AUDAX SAN SEVERINO – LAVORATE CALCIO     5 – 0

Marcatori: al 18′ p.t. Orabona su rig., al 20′ s.t. Gagliardi, al 29′ ed al 32′ s.t. Orabona, al 36′ s.t. De Luca.

Sporting Audax San Severino: Della Spada, Caldarelli, Ragosta, Rodia, Lioi, Cilento, Altimari, Abate, Sica V., Orabona, Tabatabie. A disp.: Coccorullo, De Pascale, De Luca, Gagliardi, Sica G.

All.: Esposito

Lavorate Calcio: Nasta, Piscosquito, Rainone, Aufiero, De Biase C., Di Salvatore, Gigi, Sabatino, Squillante, Savino, Albero G. A disp.: Lanzetta, Albero L., Manfredonia, Citarella, De Biase A., Esposito.

All.: Manna

Arbitro: Tortoriello di Nocera Inferiore

Note: Temperatura mite, terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: Sica V., Orabona e Caldarelli per Sporting; Savino, Citarella, De Biase C., Esposito, Lanzetta, Rainone, De Biase A., per Lavorate. Espulso: Savino del Lavorate.

 

13 settembre 2018

Info sull'autore

admin administrator